27
Ago
06

“Voi siete il sale della terra”

Cosa si fa con il sale? Si scioglie nei piatti insipidi, per dare loro sapore. Sarebbe stupido che il sale venisse messo in una bella scatolina e accostato alle pietanze, pretendendo che trasmetta il suo sapore. E ancor più stupido sarebbe se il sale, sciolto, perdesse il suo sapore.

Ebbene, mi sembra che il Meeting di Rimini mostri tanto sale sciolto che nel mondo porta poco sapore. Nei TG non mi sembra sia mai stato nominato nostro Signore, ma i pareri dei politici; non è stato nominato il movimento ecclesiale Comunione e Liberazione, e le sue idee, bensì quelle degli illustri ospiti.

Ora, ciò che non mi piace di questa idea di cattolicesimo (che però in gran parte condivido: sono differenze, per quanto sostanziali, spero ‘di forma’; se c’è la fede in Cristo c’è tutto) è la distinzione, spesso presente, tra ‘cattolico’, ‘laico’ e ‘altre categorie’ (vedi Musulmani, Protestanti, Ebrei…).

Un post recente di Carlo Melina (questo) definisce il laico, nel particolare europeo, come “non qualcuno che non crede, può darsi sia qualcuno che ha smesso di credere“.

Ciò mi sembra abbastanza contrario alle idee del Concilio Vaticano II, e della chiesa post-conciliare, come degli insegnamenti dei compianti beato Giovanni XXIII, servo di Dio Paolo VI e del servo di Dio Giovanni Paolo II. I Laici, tanto nominati nei documenti del concilio, diventano segno della regalità della chiesa (vedi documenti del Concilio, in particolare la Lumen Gentium) ed indispensabili nella gerarchia della Chiesa Cattolica. I laici non sono i non credenti, ovvero la minaccia ad una Chiesa pura e santa, bensì la più grande risorsa della Chiesa di oggi. La testimonianza della Pentecoste 1998 e della veglia di Pentecoste 2006, la grande presenza dei Laici, mostrano come la Chiesa può affrontare la crescente secolarizzazione dell’Europa.

Ma il Laico deve essere ritenuto importante NELLA chiesa, non una spina nel fianco, una critica. E Cristo deve essere nominato, deve essere lì, stella polare delle azioni, anche Laiche. Il Meeting non ha, secondo me, lasciato trasparire il Vangelo, nella società.

Voglio credere (e spero sia così) che si tratta solo di una manipolazione mediatica. Ciò che è filtrato a noi non è necessariamente lo spirito del Meeting. Ma se è stato così distorto, il messaggio, penso che gli organizzatori debbano fare un ‘Mea culpa’ e studiare come riportare Cristo nel Meeting. Le parole di Berlusconi “uomo della provvidenza” messe in bocca al compianto Mons. Giussani sono affermazioni di Silvio, non di CL. Però se questo è il messaggio che esce, ebbene, secondo me qualcosa è sbagliato.

Chiedo scusa a chiunque si possa sentire offeso dalle mie parole. È la mia convinzione di Cristiano, e non vorrebbe essere una critica fine a se stessa. Spero che i commenti a questi post possano portare ad un dibattito civile e costruttivo (niente è perfetto, ma tutto è perfettibile, poiché non opera divina ma opera umana di Sua ispirazione. O sbaglio?).

Annunci

7 Responses to ““Voi siete il sale della terra””


  1. 27 agosto 2006 alle 15:18

    E pensare che in Vaticano esite addirittura il Pontificio Consiglio per i Laici! http://www.laici.org/index.php?p=PCPL
    Che anche in Vaticano si siano venduti ai “nemici” atei?
    No, più semplicemente, in alcune parti della Chiesa – intesa come “governo” – ci si è resi conto dell’importanza dei *laici* all’interno della Chiesa, perchè, è mia opinione che soprattutto ai nostri giorni, senza l’apporto di quest’ultimi, il Cristianesimo sarebbe in grave crisi.
    Che poi, il termine *laico* non serve altro che a differenziare i consacrati (religiosi e sacerdoti) dai non-consacrati.
    Quindi *laico* e *cristiano* non sono un ossimoro.

  2. 27 agosto 2006 alle 15:45

    Da amico ad amico:
    La spinta dei movimenti verso l’evangelizzazione è in via di esaurimento. La cosa riguarda Cl, i focolari e co. Riguarda meno i neocatecumenali, ma loro hanno un problema ben più grave: rimanere nella chiesa (vedi lettera del Papa di qualche mese orsono).

    Il meeting non è la voce di CL, ma una rassegna (ci trovi mostre, concerti, incontri politici, incotri culturali, tornei sportivi, degustazioni enogastronomiche, etc). Una specie di festa dell’unità – qui lo dico e qui lo nego, ma serve per rendere l’idea. Lo scopo precipuo del meeting non è come dice tu lasciar trasparire il Vangelo.
    Agli incontri pubblici del meeting (siano a tema politico, culturale, sportivo, imprenditoriale, artistico, teologico, etc.) partecipano storicamente persone diverse, voci diverse, anche contrastanti. In primis il meeting è occasione di incontro e scambio – non di evangelizzazione.
    Che poi, come dice Socci (e io sono d’accordo con lui), ultimamente il meeting è diventato soprattutto una passerella in cui vengono lottizzate opportunità e visibilità mediatica, be’ è vero. Però certe critiche fanno meno male (e sono più utili) quando vengono dall’interno, non so se mi spiego. Fra movimenti diversi il rancore è spesso in agguato…
    Occhio però: CL non è il meeting: incontri ed esercizi spirituali si fanno, ma non al meeting.
    Quando qualcuno fa una critica, dovrebbe innanzitutto considerare lo scopo della sua critica: se si critica per costruire, va bene. Se nella critica non c’è amore, allora… possiamo criticare qualsiasi cosa e buttare via tutto.
    E poi, da un certo punto di vista, va bene per Cl e l’evangelizzazione, va bene che nei tg si parli del meeting, anche se solo come passerella di star. Quantomeno si parla di quello e non del gattino salvato dai pompieri… quantomeno si rafforza il “brand” di un movimento clericale.

    Dici che in tv hanno parlato del meeting solo in quanto evento politico: vero, ma Cristo non è molto notiziabile di questi tempi (esempio di weiler: la croce va bene solo se è vecchi di almeno 200 anni). La colpa non è del meeting, ma dei criteri stessi di notizibilità. Per come funziona la tv (ci lavoro), non sono le idee a bucare lo schermo, ma i personaggi.

    Vogliamo dirne una? Ok, è stata una cazzata invitare proprio Bersani a parlare del libro del Gius… ma al suo fianco c’era Weiler. Come mai Weiler non è stato citato dai tg? Perché non è ministro. La colpa di chi è? Di certo non degli organizzatori.

    Nel mio post non ho definito il laico di oggi – primo perché il testo non è mio – di weiler appunto, secondo perché non mi imbarcarei in una definizione del laico in un post. Sarebbe come decidere di definire e spiegare una categoria filosofica o il moto dei corpi in dieci righe. Una sintesi da baci perugina. Nemmeno Weiler definisce il laico nel suo intervento: Weiler parla di un certo tipo di laici. Diciamo da vulgata.

    Consiglio: ascolta tutta la prolusione del professore, la troverai piacevole e appassionante, sono sicuro.
    DALL’UTOPIA ALLA PRESENZA (1975-1978)
    http://www.meetingrimini.tv
    clicca su giorno 26

    ah, grazie per il link
    😉

    p.s.
    A proposito di laici, riporto da BXVI:
    “Ci sono modi di appartenenza alla verità nei quali gli uni danno agli altri, ed entrambi possono sempre imparare qualcosa dall’altro. E’ per questo che la distinzione fra cattolici e laici dev’essere relativizzata. I laici non sono un blocco rigido, non costituiscono una confessione fissa, o peggio un’anti-confessione. Sono uomini che non si sentono in grado di fare il passo della fede ecclesiale con tutto ciò che tale passo comporta; ma molto spesso sono uomini che cercano appassionatamente la verità, che soffrono per la mancanza di verità dell’uomo, riprendendo proprio così i contenuti essenziali della cultura e della fede e spesso rendendoli, con il loro impegno, ancora più luminosi di quanto possa fare una fede scontata, accettata più per abitudine che per conoscenza sofferta.”

    Giussani ha detto a Silvio (questo è vero, ci sono testimoni) che è l’uomo della provvidenza. E’ chiaro a tutti che si tratta di una battuta, anche a SIlvio, non ti preoccupare.

  3. 27 agosto 2006 alle 15:48

    infatti laico vuol dire cristiano, storicamente e etimologicamente… ma appunto, in vulgata vuol dire ben altro. chiedilo ai rosa pugnoni -che vantano l’etichetta “laici” nel simbolo- se laico vuol dire cristiano?
    😉

  4. 27 agosto 2006 alle 19:24

    Sui laici sono perfettamente d’accordo con Benedetto XVI (vedi commento sopra. Li ritengo ‘uomini di buona volontà’ nel senso: vogliamo migliorare il mondo. Poi, c’è chi lo trasforma in ‘voglio un mondo senza religione’… ma c’è anche chi trasforma il termine ‘musulmano’ in sinonimo di ‘terrorista’, quindi si vede che questi errori sono abbastanza comuni (ma non per questo meno gravi).
    Capisco che forse non sono il primo a poter fare questo tipo di commenti… ma si chiama ‘prova dello stupido’: cosa capisce un ignorante di CL nel vedere ciò che può vedere di essa? Beh, ho capito poco e male. Cmq, anche la festa de “L’Unità” è popolar/populista, ma trasmette un messaggio, nei vari momenti di dibattito/informazione/chesoio. Credo che il Meeting dell’amicizia dovrebbe mostrare un mondo che può migliorare, non il peggio/meglio che questa società può buttare in campo.
    Per il link… dovere!

  5. 27 agosto 2006 alle 21:28

    Ok, allora il prossimo anno vieni al meeting. Così, invece di farti un’idea mediatizzata, ne fai un’esperienza diretta.

  6. 27 agosto 2006 alle 23:00

    @carlomelina: cosa intendi per “evangelizzazione”? Il voler convertire a tutti i costi?
    Comunque, la mia impressione è che la spinta di evangelizzazione, che per me vuol dire portare e prima di tutto vivere il Vangelo nella propria realtà di vita, non sia per niente in esaurimento.

  7. 29 agosto 2006 alle 12:59

    @ danix
    No, quello che intendi tu. Essere testimoni del Vangelo – non semplicemente fare recruiting confessionale.

    Ai movimenti invece è chiesto di più, di avere carisma. Di essere fiamma nuova. Il card. scola faceva alcuni esempi: 10 anni fa a venezia c’erano 50 ciellini. oggi ci sono 50 ciellini.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: