14
Dic
06

Politica in pillole (o supposte?)

Voglio provare a sparare qualche domanda e le risposte che mi sono dato in questi giorni… Rileggerò tutto almeno un paio di volte, spero di fare un lavoro migliore di prima…

Perché ogni 20 minuti c’è uno sciopero qui in Italia?

Almeno apparentemente, perché in Italia si sta approvando la finanziaria del governo Prodi II. Molti di questi scioperi sono dovuti ai soliti italianissimi ritardi nel rinnovo dei contratti (ma ritardi leggeri leggeri… insomma, cosa volete che siano 3 anni senza contratto? e poi… è così che gira l’economia!), vedi autoferrotranvieri, giornalisti,… altri invece sono contro questa finanziaria… Ovviamente per la Casa delle Libertà (così liberi che fanno quel cavolo che gli pare, parafrasando Corrado Guzzanti) tutto ciò che avviene in Italia è contro la finanziaria. Salta la luce? È per protesta contro la finanziaria. Torna l’influenza? È colpa di un articolo della finanziaria.

Ma cosa contiene di tanto incredibile e scandaloso cotal finanziaria?
oppure: cosa c’è di tanto eccezionale?

Cosa ci sia di tanto eccezionale non lo si sa, né si sa cosa ci sia di tanto grave per portarci a “distruzione e morte” (parafrasi, da Silvio Berlusconi). Veramente non si sa neppure cosa cavolo sia, se una finanziaria, la Divina Commedia, o I Promessi Sposi. Sono più propenso per la terza possibilità:

  • è in effetti un drammone all’italiana, che non finisce mai e che milioni di italiani sono costretti a sorbirsi
  • fa sparlare decine di grandi studiosi, e “tot capita tot sententiae”: ciascuno dice ciò che gli passa per la testa, abbattendo libertariamente qualunque filtro tra cervello politichese e bocca…
  • è almeno alla sua terza edizione, e di ciò che era all’inizio resta ormai poco… spero solo che alla fine vadano a “sciacquar i panni in Arno” (mi basterebbe che UNA persona la legga tutta e dica “sì, ho capito qualcosa!”… e poi riferisca).

Della Divina Commedia ha la mole, ma non purtroppo il Paradiso… ci si ferma al purgatorio…

Ho sentito che molti dicono che questa finanziaria è il male del paese… Ma perché senza saperne niente già se ne vedrebbero gli effetti?

Eh, ecco qui un bell’enigma… Sembra che questa finanziaria abbia effetti incredibili (ecco… supposta!!!) e dalla rapidità sconcertante! Già l’Appartamento delle Libertà (sì, ormai è passato dalla casetta all’appartamento…) sforna cifre su cifre sul calo netto di acquisti per l’annuale Christmas, dovuti EVIDENTEMENTE alla finanziaria… Ebbene sì, il solo pensiero della possibilità di pagare 40€ in più di IRPEF ha bloccato lo stomaco a tutte le italiche genti! Ah, no… sono più di 40€, dimenticavo… chi volete che sia così disgraziato e povero da avere meno di 70000€/annui di reddito? no, dico, saranno una ventina se li sono, in tutt’Italia! (n.d.a.: si prega di notare la lieve e sottile ironia)

Ovviamente, solo questa finanziaria mostra tutti i suoi nefasti effetti PRIMA dell’entrata in vigore. I beneficissimi effetti del salubre ed italico governo Berlusconi 2/3, che ha portato ad aumenti vertiginosi delle entrate fiscali, si sono visti addirittura alla fine dei 5 anni… beh, sarà stato un governo con il profilattico ritardante, che volete che vi dica?

Ma adesso parlano anche di matrimonio ai Gay, della nuova legge del governo che distrugge la famiglia… Beh, che faremo dopo, con tutta la “morte-e-distruzione”™ che lascieranno?

Ecco, questa è una legge ancor più previdente della finanziaria! Ancora non si sa chi e se la farà, e già si parla come se fossimo in Spagna… non mi meraviglierebbe se il mio prete cominciasse a preoccuparsi che si possano presentare due uomini trans con 3 figli, AIDS, ovviamente tutti neri e ricoperti di tatuaggi blasfemi, a chiedere il matrimonio. Ci sono però alcune cose che troppo spesso non si tengono presenti:

  1. in tale futura legge non si parla di matrimonio omosessuale, né di equivalenza tra convivenza e matrimonio
  2. attualmente, se due persone convivono per dieci anni ed uno dei due fugge, si tratta solo di un “incidente di percorso”
  3. attualmente, se degli stessi, che abitano in un appartamento di proprietà, muore il convivente proprietario dell’appartamento, l’altra persona si troverà per strada
  4. sempre attualmente, la stessa persona di cui sopra non può neppure vedere il convivente se costui si ammala gravemente.
  5. credo che i punti 2-4 non siano tollerabili in un paese civile. Esempio: se mio padre sta male, beh, posso sapere cosa gli è venuto. Se io vivo insieme alla persona che amo, e questa sta male, beh, devo aspettare il primo quotidiano locale, se è sufficientemente grave.

Un minimo di regolamentazione di diritti e DOVERI di una coppia convivente sono necessari, e bisogna sempre tenere ben presente che non è la legge che crea la società, bensì la società a creare la legge. Con i giusti limiti, bisogna sempre cercare di non creare sacche di illegalità diffusa nella società, quando non è necessario.

A proposito di preti: da quando in qua si possono fare referendum sul celibato dei sacerdoti?

Per amor di Dio (e di Benedetto XVI), non ripetetelo! Se lo viene a sapere Pannella, sarebbe capace di chiedere veramente il referendum! Ma per favore, non facciamo abbastanza casini? Non ne abbiamo abbastanza di dibattere, di discutere, di vedere qualche cretino davanti alle telecamere che spara ciò che ritiene la voluntas Italiæ? Lasciamo alla Santa Romana Chiesa di decidere se i sacerdoti possano o meno avere una famiglia… Certo che mi viene qualche dubbio… Arrivare a dire che se i preti si potessero sposare non ci sarebbero più casi di pedofilia… Perché, mai visti ottimi e moralisti pardi di famiglia violentare bambini, o visitare meravigliosi siti d’argomento? Ma per favore, cerchiamo di trovare la forza di TACERE!!!

Quanto dura?

Ecco la domanda fatidica: quanto durerà questo governo? Boh. Chi lo sa. Io spero che duri almeno un altro anno, giusto il tempo di andare avanti con le liberalizzazioni e finalmente tolgano alla Telecom Italia la NOSTRA rete telefonica, oltre a togliere la rete elettrica all’ENEL. Abbiamo bisogno di qualche pazzia, e forse sono proprio loro quelli giusti… Non hanno nulla da perdere, in fondo. E poi, che alternativa abbiamo?

Ecco, alternative: che casini fa Casini? E perché rifiuta il vitello grasso? Paura della mucca pazza, forse?

Intanto, la paura di Casini sembra sia il “leghista pazzo”®, più che la mucca pazza. In quanto alla spaccatura della Casa delle Libertà tra “Bilocale delle Libertà e Vano Scale” (per rapide comunicazioni con l’esterno) e “Appartamento delle Libertà con vista Arcore” (per avere sempre negli occhi la Sua vista!), beh, era ora. Fino ad oggi il bipolarismo italiano consisteva nell’avvicendamento tra “cazzate dell’opposizione + cavolate del governo” con “cazzate del governo ex-opposizione + cavolate dell’opposizione ex-governo”. Insomma, cambiano solo i ruoli, mentre i contenuti restano sempre quelli, molto alti…

Ora però forse si può trovare un qualcosa per scardinare questo sistema di cavolate integrate… Qui a Parma siamo ormai al nostro 9° anno di “stranezze”, con un sindaco di centro che non sopporta Lega e AN, che offre alleanze a Margherita e simili (notizie molto recenti)… E funziona! Dite quello che volete, che è uno sfruttatore, che è un immobiliarista cementificatore… Da quando c’è Ubaldi, la città è stata rivoltata un paio di volte, e l’efficenza comunale è ai massimi storici…

Sicuri di voler andare avanti con i due polli poli?

p.s.: certo, la conclusione è abbastanza affrettata. Per ora, il nuovo pollo polo altro non è che una terza variatio sul tema “cavolate integrate”. Certo, i veri polli siamo noi, e fin qui penso nessuno abbia niente in contrario. Però di una cosa sono convintissimo: per andare avanti, per cambiare tutto dobbiamo dimenticarci destra/sinistra/centro, e tutti questi stramaledetti partiti, organizzazioni a semi-delinquere che quando possono ingurgitano soldi nostri, o anche peggio: soldi dei nostri figli, che dovranno ripetere finanziarie “lacrime e sangue” per tirare avanti la carretta.

Annunci

2 Responses to “Politica in pillole (o supposte?)”


  1. 1 Lorenzo
    17 dicembre 2006 alle 21:09

    eh bravo Damiano!!
    Da come ho potuto vedere, ti 6 abbastanza ripreso, ki è ke non aveva la forza di reagire??? Cmq sono molto felice x te, davvero, continua così!
    x quanto riguarda questa finanziaria, bè, come ha detto il carissimo beppe grillo, se alla manifestazione del 2 dicembre avessero kiesto la dichiarazione dei redditi, forse non ce ne sarebbe statp bisogno!!!
    1 saluto, e continua a scrivere mi raccomando!
    Lorenzo

  2. 26 dicembre 2006 alle 20:59

    c’è un piatto tipico che si chiama finanziaria e si fa col fegato… 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: