24
Dic
06

Vista, Novell ed il 2007 di GNU/Linux

Oggi stavo pensando un po’ al mio blog… All’inizio mi ci mettevo di impegno, con post scritti con tutti i crismi, interessanti e che attiravano un minimo di dibattito. In questo periodo invece mi sento sempre inadatto a scrivere del mondo…

Però ho promesso un post sul mondo del free software (e della tecnologia), per come lo vedo io. Tutte e solo notizie ovvie-e-datate, con commenti stupidi da parte mia!

Vista è uscito, e penso di averlo già detto. Il 30 gennaio ce lo ritroveremo nelle reni senza bah, senza chiedere la nostra opinione: miliardi di bytes verranno sacrificati alle incredibili scelte di implementazione di Micro$oft, miliardi di cicli delle nostre cpu (ormai tutte le nuove dual core, quindi raddoppiano anche i cicli…) e delle nostre vpu (processori della scheda video, n.d.a.) verranno gettati al vento per tante belle trasparenze del cavolo e per vedere le finestrine in 3d…
Mi verrebbe da proporre una giornata di lutto in memoria del sacrificio inutile di tanti piccoli 0 e 1… innocenti e indifesi, sono stati immolati all’altare di Winzozz… 30 gennaio, giornata della memoria.

Il 30 gennaio vedremo quindi l’uscita di questo mostro sacro (mostro molto, con 600MB di RAM occupati in esecuzione ordinaria appena installato, quindi senza antivirus-realplayer-office-…; sacro nn penso…). Ma nel 2007 Vista verrà affiancato da molti altri avversari di tutto rispetto…

Beh, uno non è proprio un avversario: Novell rilascierà una versione rivista del suo SLED 10 (SUSE Linux Enterprise Desktop), non so se l’accordo con Micro$oft richiede che rilascino anche loro una Home Edition, una Professional, una Ultimate,…
Novell ormai è un alleato Micro$oft. Certo è che se anche le azioni Novell sono salite, e magari gli introiti sono migliorati, la fiducia della comunità nella compagnia è crollata ad un qualche intero negativo… Gli sviluppatori Novell continuano ad esprimere il loro disappunto, ed alcuni persino presentano le dimissioni.
Il problema non è tanto la migliore interoperabilità (intanto le cose che vengono migliorate convengono solo a Micro$oft… il supporto per i [NOT]Open standard Micro$oft su OpenOffice.org non era una esigenza fondamentale, mentre invece sarebbe utile vedere finalmente le specifiche dei vari protocolli di Winzozz, primo fra tutti quello SMB, di recente modificato…), quanto piuttosto l’aver svenduto i diritti di tutti gli utenti e sviluppatori di software libero per pochi denari. È stata istituita una tassa su presunti brevetti violati (per un piccolo paragone: l’ultima volta che si era parlato di brevetti violati, da parte di SCO, l’alzata di scudi da parte di IBM, l’accusata, Red Hat e Novell stessa era stata categorica, ed ha portato ormai alla sconfitta di SCO, dissanguata dalle sue stesse assurdità), e sono stati dichiarati “non protetti” tutti gli sviluppatori pagati (anche solo assunti) per il loro lavoro, così come tutti gli utenti di ditte differenti da Novell (ovvero: Red Hat, Oracle, SUN, Canonical, Linspire,…).

Il 2007 nasce quindi all’insegna dello strapotere di Micro$oft, che comincia ad insidiare dall’interno il mondo del free software (o almeno, tenta…). Ma come ogni anno, il 2007 vedrà anche numerose release nel mondo GNU/Linux:

  • 2 nuove release di GNU/Linux Fedora Core (la 7 e la 8 )
  • 2 nuove release di Ubuntu GNU/Linux (7.04 e 7.10)
  • 2 nuove release (circa) di OpenSUSE
  • Debian GNU/Linux 4 “Lenny” (e questa è una GRANDE notizia… sebbene sia in ritardo, e veda la community di debian abbastanza in difficoltà… Beh, da un utente di Ubuntu: Auguri “mamma” Debian! Buon anno nuovo!)
  • altre innumerevoli distribuzioni in rilascio, alcune delle quali importantissime (Slackware, Gentoo, Mandriva, RHEL,…) ma delle quali non conosco i cicli di rilascio…

Tutte queste distribuzioni presentano numerose novità tecniche ed avanzamenti ad OGNI rilascio, non solo ogni 6 anni (vedi Winzozz e le sue incredibili tabelle di marcia…). Per i nuovi utenti, Compiz e Beryl, AIGLX e XGL sono in notevole sviluppo ed integrazione con le più comuni distribuzioni…

Insomma, non dirò che questo è l’anno di Linux, perché sarebbe solo un sogno impraticabile, ma sono sempre più convinto che la libertà che GNU/Linux porta si affermerà. Forse tra decenni, forse non con Linux, ma sicuramente il futuro è FOSS (Free Open Source Software, per far contenti tutti, n.d.a.)!!! Micro$oft stessa è sempre più costretta a rendere trasparente il suo processo di sviluppo, sempre più gli utenti qualificati si rendono conto della qualità e maneggevolezza di soluzioni libere… Con Stallman in salute e sempre pronto a far sentire la sua voce, e migliaia (milioni?) di persone che credono nella GPL e nel Free Software, e che preferiscono il libero al chiuso, la domanda non è se, ma quando?

Annunci

1 Response to “Vista, Novell ed il 2007 di GNU/Linux”


  1. 1 butti carlo
    20 maggio 2007 alle 12:18

    senza pretese di gloria sono passato da poco ,da qualche mese, a ubuntu installandolo in varie salse su hardware abbastanza datati e ho notato con immenso piacere che è un sistema ecologico oltre che gratuito .
    Meno hardware nelle discariche meno tecnologia gettata in patumiera =
    a + possibilità per tutti di accedere alla rete = a – inquinanento per l’ambiente
    perchè tutti voi spero sappiate che le produzioni di microettronica inquinano
    molto!!!!! . A morte winZozz e tutti i suoi fratelli. ciao ciao.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: