22
Gen
07

well, there must be

Dont feel bad for me
I want you to know
Deep in the cell of my heart
I really want to go.
The Smiths, Asleep

Questa è la canzone che un po’ sento mia in questo periodo. Tristissima e struggente… Strana, per giunta.

Ed in questo periodo in effetti mi sento molto “in transito”.

Si sta concludendo un semestre, il primo della mia vita universitaria; oggi ho saputo del 27 nel mio primo scritto, ma non ne ero felice. Un sorriso mezzo triste, mi è sembrato, come quando affiorano alla mente bei ricordi di un tempo che fu. Quando un bel voto mi dava un po’ di felicità, quando erano ancora cose importanti per me, quei giudizi su foglio protocollo.

E si sta concludendo un sito, noitre.org. Ho tristemente dato l’annuncio di chiusura del forum, questa notte. Un po’ è una liberazione, un po’ (forse di più) è un pezzettino di mia vita che getto alle spalle. Sì, è abbastanza stupido, come pezzettino, e può sembrare irrilevante. Ma era un sogno, uno di quei sogni che riesci a vedere all’orizzonte, quasi concretizzati. Se vengono abbattuti prima di arrivarti tra le mani, diventano pesanti, massi, da gettare alle spalle…

There is another world
There is a better world
Well, there must be
Well, there must be…

Annunci

1 Response to “well, there must be”


  1. 23 gennaio 2007 alle 12:52

    hey, cerca altri lidi nei quali crogiolarti un po’ nella serenità… “there is an other world, but look for it in this one…”
    un saluto!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: