30
Set
07

Domande? Risposte? Verità rivelate?

Attualmente, no, non ho domande da farvi, e neppure verità rivelate da svelarvi. In realtà, non avrei neppure risposte, visto che non mi avete fatto domande… Ma io farò finta di niente, soprattutto perché mi va di scrivere qualcosa, e provo a scrivere qualcosa di quest’ultimo periodo. Che è un po’ strano.

È strano sia per me che per alcuni che mi conoscono: io non mi riconosco, in molte cose, mentre gli altri si stupiscono (positivamente? spero!).

In sintesi, per chi va di fretta: va meglio. E lo dico con tutte le precauzioni del caso, sia chiaro, e soprattutto senza sapere se è proprio proprio vero… Ma insomma, sono più sereno, quello forse è appurato, soprattutto quando sono fuori di qui, e comincio, dopo mesi (o forse anni) a fare progetti veri, a fare viaggi mentali nel futuro, a sperare qualcosina. Sporadicamente, ma lo faccio.

Però una domanda mi è stata fatta, se ci penso… Suona più o meno così: “che è successo?!”. E qui però non so bene rispondere…

Posso, sì, nominarvi Simone, e la sua Santa Pazienza (e chi ha seguito un minimo eriadan.it mi capirà benissimo…), e tutte le persone che ho conosciuto per “mezzo” suo.

Ma mi viene ancor più spontaneo nominare Martina… Però non so quanto sia giusto, o esatto. Non so bene il ruolo che ha o può avere. Però non posso non dire che è stupenda, che è “bella, simpatica e intelligente” 😛 e che le voglio un mondo di bene. Non so che conclusioni trarre da questo, se non che mi sento meglio, almeno per ora.

Però uno potrebbe anche venirmi a dire che se la mia felicità dipende da una persona, non potrà durare a lungo… E qui però, non so, vado sempre ad istinto… mi viene da dire che non è proprio così. Perché intanto se non fossi già stato meglio non sarei uscito come sono uscito in quest’ultimo periodo. E poi, credo che la cosa che più mi da’ serenità è il provare serenità, il provare gioia. Se con Martina, è bello e forse per entrambi. Ma intanto è sempre serenità, anche se mi trovo con un amico appena conosciuto.

Ciò non toglie che, Martina, ti voglio un mondo di bene… 

Annunci

4 Responses to “Domande? Risposte? Verità rivelate?”


  1. 1 Teo Turchi
    24 novembre 2007 alle 22:58

    Mi fa molto piacere. Ci sono un sacco di cose belle nel voler bene a qualcuno.

  2. 15 dicembre 2009 alle 08:56

    Non condivido l’affermazione che chi va di fretta va meglio… suona meglio chi va piano va sano e lontano… secondo me i ragazzi (quelli della mi età) fanno caso più agli sguardi lanciati di volata, e se poi lo sguardo si ferma… nasce qualcosa… ma poi pochi giorni dopo, come al solitio il ragazo si innamora di un’altra e ti spezza il cuore… vabè… ogniuno ha la sua opinione.

  3. 15 dicembre 2009 alle 10:01

    Per la verità, avevo detto “Per chi va di fretta: va meglio”. Sono molti i frettolosi, a questo mondo, e dato che era un periodo abbastanza positivo, volevo sintetizzare in uno “sto meglio del solito” un post un po’ complicato e lunghetto 😀

    Penso comunque, anche se non c’entra con il post, che chi va di fretta possa, a volte, andare meglio… con se stesso. C’è meno da pensare, meno da riflettere, meno da rimuginare, e, potenzialmente, meno da starci male.
    Gli sguardi rubati, le toccata e fuga, le rapide cotte che si esauriscono, i ragazzi che passano da una all’altra come api da un fiore all’altro… secondo me sono solo espressioni di incomprensione: tutto diventa un “gioco”, pure l’essere “innamorati”, e come ogni gioco, non appena ne vedi uno più divertente cambi subito. Devono crescere, capire cosa significa volere il bene di una persona al di sopra del resto, al di sopra di sé, ma soprattutto cosa vuol dire amare un’altra persona non per quanto ti somiglia, ma per quanto è se stessa!

  4. 21 dicembre 2009 alle 10:52

    a ok… ho capito cosa volevi dire con quella frase del “chi va di fretta: va meglio”, e devo riconoscere che hai ragione… e 15 anni … be, sono proprio nella fase che mi hai descritto te! grazie per avermi fatta riflettere, ma il mio comportamento è inevitabile: al difuori della scuola non faccio praticamente nulla: non sono una di quelle ragazzine che fumano, bevono… e si fanno: sono totalmente il contrario, e per questo mi chiamano “suora”: non ho mai avuto un ragazzo, solo per per la paura di soffrire, ma alla fine ho sempre sofferto lostesso per cercare di stargli lontano, e il ragzzo per cui ho sofferto di più è stato l’ultimo: 2 anni fa in terza media (ragazzo a cui non ho nemmenio mai dato il mio primo bacio, anche se gli volevo bene… ma che ci vuoi fare… sono fatta così: soffro sempre, e per cose che per molte persone sono nulla… il mio primo bacio lo darò solo per vero amore, e non per fare qulcosa… e per il resto… dopo il matrimonio!)
    saluti Stefy.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: