Archive for the 'News' Category

21
Lug
09

Yet the most significant thing is the Earth

The Earthrise - la Terra che sorge

The Earthrise - la Terra che sorge

When I looked up and saw the Earth coming up on this very stark, beat up lunar horizon, an Earth that was the only color that we could see, a very fragile looking Earth, a very delicate looking Earth, I was immediately almost overcome with the thought, you know, here we came all this way to the moon, and yet the most significant thing we’re seeing is our home planet, the Earth.

William Alison Anders, membro dell’equipaggio di Apollo VIII (e autore della foto)

trad.: Quando ho guardato in su e ho visto la Terra che si alzava da questo orizzonte lunare arido e battuto, una Terra che era l’unico colore che potevamo vedere, una Terra che sembrava molto fragile, una Terra che sembrava molto delicata, sono stato immediatamente quasi sopraffatto dal pensiero che, insomma, abbiamo fatto tutta questa strada verso la luna, ed ecco che la cosa più importante che stiamo osservando è il nostro pianeta, la Terra.

40 anni dal primo passo umano sulla Luna, e ancora quanto dobbiamo imparare da questa semplice foto…

Annunci
07
Nov
08

E ci siamo arrivati!

Mesi fa io e il buon There (Simone) ci siamo imbarcati nell’avventura fumettistica. Lui s’è addentrato nello stress del “creativo a tempo”, io nell’assurdo del “colorare un disegno”.

Non pensavamo proprio di farcela… O meglio. Io non pensavo di farcela… finché non ho visto le prime strisce disegnate!! Ora, come direbbe Obama, “putting lipstick on a pig” non lo trasformerà in qualcosa di diverso da un maiale. Non è che due o tre campiture uniformi di colore (estremamente monotone e semplici, chiaramente) cambiano molto la sostanza. Se il risultato è bellobello e fiquo, è quindi merito dell’animaletto che ci sta sotto… non so, che ci mettiamo? Un Heron? Un Fawn? O un Ibex?

Tutto questo per dirvi che…

Apogeo ABC ha pubblicato la prima delle 4 vignette realizzate appositamente da Terenziani Simone, giovane promessa del panorama fumettistico italiano…

… ed io c’ero! Figa, che orgoglio!

Ora, andate TUTTI a vederle! Una a settimana per 4 settimane, su che sono belle!

06
Ott
08

Disciplina sola retinere nos potuit!

Che dite, si vede che abbiamo vinto?

Che dite, si vede che abbiamo vinto?

Oggi è il giorno della festa, punto.
Medievale o meno, sappiano i posteri e si rallegrino perché oggi Porta Santa Croce ha vinto!

E pure il bicchiere di vino ci sta!

E pure il bicchiere di vino ci sta!

Lo so, lo so, questa volta ci sono molte foto… Ma molte foto ci devono essere! Un’altra ancora, vi va? Continua a leggere ‘Disciplina sola retinere nos potuit!’

20
Giu
08

Sergentmagiù, ben arivà a baita

Mario Rigoni Stern

Mi ha aspettato; solo due o tre giorni prima avevo finito di leggere Il sergente nella neve.
Giusto il tempo di godermi un libro non obbligato, su cui non ho dovuto fare nessuna relazione, e che ha avuto a sua volta il tempo di entrare dentro. Giusto il tempo di versare qualche lacrima nel leggere di chi quel giorno non ce l’ha fatta; di Giuanìn, che “a baita” c’è arrivato troppo presto.

Sergentmagiù, ben arivà a baita…

Non so proprio cosa dire su Mario Rigoni Stern. Non lo conoscevo, no; ho solo letto un suo libro, è poco per conoscere qualcuno. Però mi ha colpito molto la sua partenza. Non perché sia stato un eroe, un uomo enorme, un essere che lascia il suo importante marchio sulla terra che ha calpestato.

Quello che c’è ne Il sergente nella neve che tanto colpisce, è l’uomo. L’uomo che è sempre uguale, la guerra che è fatta di uomini, che sono uguali di qua e di la; che non sono nemici, come diceva. Nemico è chi li ha mandati in guerra, non chi è lì a patire il freddo e a sparare come loro. La Russia tanto lontana e tanto straniera è poi la stessa terra su cui camminiamo noi, solo più grande.

Lasciate che non dica niente del Sergente, della neve, della guerra in Russia.
Lasciate che io non parli, non scriva della sua morte, perché non avete bisogno di parole aggiunte, di note, di immagini.
Lasciate in pace la sua tomba senza portare fiori.
Lasciate i quotidiani fare il loro giusto e non facile mestiere di testimoniare la perdita.
Leggete non oggi ma tra un mese, tra un anno e ogni tanto ancora quello che magari avete già letto dei suoi libri preziosi.
Leggete ad alta voce “Arboreto salvatico” a dei bambini, poche righe alla volta.
Viaggiate una volta nella vita attraverso la Russia contadina e slava che tanto assomiglia a come eravamo prima.
Camminate in silenzio nei cimiteri di guerra tra le montagne dal Carso al Pasubio all’Adamello.
Ricordate che dietro ad ogni grande scrittore non sempre c’è un uomo all’altezza. Rigoni è un’eccezione e questo ci rincuora, in lui era impossibile separare uno dall’altro.
Se possiamo imparare qualcosa da tutto questo, facciamolo durare.

Marco Paolini
(http://www.marcopaolini.it/files/index.cfm?id_rst=7&id_elm=387)

20
Giu
08

Associated Press e la libertà di non commentare

Associated Press (AP), principale agenzia di stampa negli USA (l’ansa statunitense), ha di recente mostrato di avere molto a cuore il problema del diritto d’autore. Va di moda…

In nome del copyright è quindi vietata a qualsivoglia blogger la riproduzione di una parte significativa di qualunque agenzia. Posizione impopolare, che potrebbe comunque essere condivisibile…

Come però quantificare una “parte significativa”? Beh, è presto detto. 4 parole. 4 words.

Dalla quinta parola parte una tariffa di riproduzione pari a 12.50$ entro le 25 parole, 17.50$ tra le 26 e le 50 parole, e su su per arrivare a 100.00$ oltre le 250 parole.

Continua a leggere ‘Associated Press e la libertà di non commentare’

21
Mar
08

Che tutti siano uno

«Che tutti siano uno»

(Gv 17,21)

Chiara a Rocca di Papa - 2004

Il 14 marzo 2008 Chiara è arrivata lassù, con Foco, Eletto, Chiara Luce, Virgo, Renata,… Quante anime meravigliose…

E, «come in cielo, così in terra», il mondo, Internet, la stampa, sono pieni di testimonianze di chi ha intravisto, grazie a Chiara, qualcosa di lassù, ha sperato in qualcosa… Il Movimento dei Focolari è solo uno dei frutti!

Ed io cosa posso dire, oltre a grazie? Ogni tanto qualcuno chiede chi sia Chiara per me. Sembra spesso che si tratti di venerazione per la persona. Ed invece ho capito, nella basilica di S. Paolo fuori le mura, insieme a 20000 persone, perché eravamo lì. Quando Luce Ardente, monaco buddista, ha pregato sulla bara, ho pianto a dirotto, e così anche al ricordo fatto dal vescovo anglicano, dal responsabile del movimento induista, dai buddisti giapponesi…

C’era qualcosa di più importante di una signora 88enne che ha vissuto per l’Amore. C’erano i rapporti, che continueranno anche dopo, c’eravamo tutti noi, c’era quel che abbiamo vissuto. E questo va oltre ai confini di stato, di chiesa, di religione, di fede, di colore.

21
Feb
08

Metti un intrepido stambecco nel tuo pc!

Puntuale come un orologio sudafricano¹, Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical Ltd. e delle famigerate distribuzioni GNU/Linux Ubuntu, Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu, etc., ha oggi rivelato il nome della futura (tra 8 mesi) versione della famiglia *buntu, la 8.10:

The Intrepid Ibex

Stambecco
Stambecco – da Wikimedia Commons, per info click qui.

traducendo: Intrepido Stambecco. Continua a leggere ‘Metti un intrepido stambecco nel tuo pc!’